Gross-sci-alpino-pagina-FB-FisiSulla Chuonisbaergli di Adelboden arriva la gran giornata dell’Italia dello slalom e arriva la prima vittoria in carriera per il fassano Stefano Gross. Una vittoria strameritata perché è il frutto del gran lavoro al quale Gross si è sottoposto, prima per uscire dal terribile mal di schiena che lo ha afflitto ad inizio stagione e poi per ritrovare il ritmo dei giorni migliori, coronato con la prima vittoria in carriera che rilancia le azioni dell’azzurro nella specialità. L’Italia torna alla vittoria nello slalom quasi tre anni dopo lo splendido successo di un altro fassano, Cristian Deville, nello slalom di Kitzbuehel, il 22 gennaio del 2012. Ma è stata una giornata splendente anche per Giuliano Razzoli, finalmente tornato ad altissimo livello. L’emiliano era nono a metà gara e, su una pista non certo adatta alle sue caratteristiche, è riuscito a risalire fino alla quarta posizione a 55 centesimi dal compagno di squadra. Gross, risalito dal quinto al primo posto, ha regolato per 2 soli centesimi il tedesco Fritz Dopfer e per 3 il mattatore della stagione, Marcel Hirscher. Quindi Razzoli e Kristoffersen. Un’altra bella gara per Manfred Moelgg che è 17/o e insegue a questo punto il quarto posto nellam squadra per il Mondiale. Un vero peccato per la seconda manche di Patrick Thaler, semplicemente perfetto sul primo tracciato, ma poi uscito nella seconda. Quella di Gross è anche la prima vittoria per lo sci alpino nella stagione in corso, dopo i podi a raffica di Dominik Paris, nel momento più importante della stagione, l’Italia torna a far suonare l’Inno di Mameli in una delle classiche della Coppa del Mondo.

(fonte: fisi)