NIBALI_PEDIATRIAAppuntamento speciale per Vincenzo Nibali con i bambini dei reparti pediatrici dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, uno dei centri d’eccellenza per le cure dei bambini. C’era già stato all’indomani della vittoria al Giro d’Italia, insieme al compagno di squadra Alessandro Vanotti. Ci è tornato portando in regalo la Maglia Gialla, simbolo della vittoria al Tour de France. Un incontro ricco di emozioni nell’ospedale che è punto di riferimento in Europa per i trapianti pediatrici, passando nel Trauma Center, nei reparti dedicati alla cura delle malattie oncologiche e delle patologie cardiache. Nibali ha condiviso la gioia per le sue vittorie con i bambini ricoverati al Papa Giovanni. La visita ai reparti pediatrici è stata completata con l’ingresso in Patologia Neonatale, dove Nibali si è infilato volentieri il camice verde e ascoltato con attenzione le spiegazioni del Direttore del reparto Giovanna Mangili, assistita dal Direttore sanitario Laura Chiappa e dal Direttore amministrativo Peter Assembergs, oltre che dai rappresentanti delle associazione attive nei reparti pediatrici, l’Associazione Bambino in Ospedale (ABIO) e l’Associazione Amici della Pediatria.

Presente anche il Direttore Generale Carlo Nicora a cui Vincenzo Nibali ha fatto dono della Maglia Gialla del Tour de France, con tanto di autografo e dedica personalizzata per l’Ospedale Papa Giovanni.

La Maglia Gialla donata da Vincenzo entra a far parte dei doni lasciati dai tanti benefattori e campioni sportivi che sono vicini al Papa Giovanni XXIII. La motivazione per la terza visita in questo ospedale potrebbe essere vincere Giro e Tour nella stessa stagione o indossare la maglia iridata di campione del mondo o anche accontentarsi di una medaglia, quella d’oro, di Campione Olimpico.