L’Atalanta incamera altri tre punti nel turno infrasettimanale contro il Verona, il cui muro difensivo e la sola velocità dei suoi attaccanti non bastano a ribaltare il pronostico. Var protagonista nel primo tempo, con un gol per parte annullati per netto fuorigioco, quando la squadra di Gasperini non riesce a bucare il muro del Verona, tutto indietro a difendere con la speranza di ripartire. La differenza di risultato, dopo quella scontata di qualità, emerge nella ripresa quando i piedi buoni di Gomez e Ilicic mettono in moto le azioni vincenti condite poi dal terzo sigillo in salsa slovena di Kurtic che ne giustifica l’uscita con tanto di standing ovation.

Gasperini opera un mini turnover, schierando tra i pali Gollini e in difesa il rientrante Toloi con Caldara e Palomini tenendo a riposo Masiello. A centrocampo De Roon e Freuler occupano la mediana con Hateboer e Gosens esterni. Turno di riposo per Spinazzola. Cornelius preferito a Petagna con Papu Gomez regolarmente in campo e Ilicic trequartista. Nel Verona, squalificato Zuculini, Pecchia non può contare sui difensori Ferrari e Caceres; a centrocampo c’è Fossati con Romulo e Bessa Buchel. A sorpresa, al centro dell’attacco scaligero c’è Kean affiancato da Cerci e Verde. Solo panchina per l’ex atalantino Pazzini.

In un minuto arriva la prima conclusione a rete dell’Atalanta ad opera di Gomez il cui tiro è preda di Nicolas. Al 7’ Toloi si esibisce in una mezza girata volante su assist di testa di Freuler e il portiere veronese deve allungarsi per deviare in angolo. Un minuto dopo la difesa atalantina si fa prendere in contropiede e Kean si ritrova solo sulla linea dei 16 metri ma la sua mira è alta. Ci riprova Gomez al 10’ ma la sua ciabattata è fuori misura. Il gioco corre veloce ma l’Atalanta, che spinge con continuità, deve guardarsi dalla velocità del tridente offensivo scaligero. Al 16’ Ilicic si accentra dal vertice destro dell’area, ma il suo sinistro è alto, così come il tentativo di Cornelius, bravo a girarsi tra due difensori. Il Verona riempie il taccuino con un calcio di punizione da 30 metri di Cerci che passa sopra la traversa. Rischio grosso per l’Atalanta al 26’ con Cornelius che, nel tentativo di difendere il pallone, serve Cerci il quale libera per il tiro Kean: non irresistibile il rasoterra del gialloblu ma provvidenziale la respinta di Gollini. Alla mezz’ora Cornelius non raccoglie un invitante pallone di Gomez, in compenso sul fronte opposto Caldara si oppone all’incursione di Cerci riparando in angolo. L’Atalanta va a segno al 33’ con Freuler che piazza di precisione il pallone calciato dalla linea di fondo da Cornelius, ma il Var indica la posizione di fuorigioco dell’attaccante danese e il gol viene annullato. Al 37’ Nicolas para sul colpo di testa angolato di Hateboer. Al 38’ il Verona penetra nella difesa dell’Atalanta, Gollini compie un miracolo respingendo la conclusione ravvicinata di Kean, Cerci rimette in mezzo il pallone che lo Kean tocca in rete con il ginocchio. Ci vuole quasi un minuto perché dal Vari arrivi l’indicazione del netto fuorigioco non visto dal guardalinee. Il secondo tempo si apre con l’ennesima occasione per Kean, smarcato in area bergamasca, con intervento risolutivo di Palamino che gli ribatte la conclusioine con il corpo. Al 3’ Ilicic si destreggia e calcia a fil di traversa. Il vantaggio dell’Atalanta arriva al 5’ con Freuler che sulla linea dei 16 metri aggancia il pallone, uscito da un contrasto tra Gomez e un disensore, e piazza il pallone alle spalle di Nicolas. L’Atalanta continua a spingere e al 14’ il raddoppio è formato da Ilicic che trova il varco giusto con un rasoterra che si infila nell’angolo alla sinistra di Nicolas. Al 18’ ci prova Cornelius che non inquadra la porta, per poi lasciare il posto a Kurtic. Contestualmente entra in campo Pazzini che avvicenda Cerci. Al 21’ Ilicic accarezza l’incrocio dei pali e al 25’ Gomez prova la girata, troppo debole e centrale per impensierire Nicolas. Pecchia fa entrare Lee al posto di Herteaux per sfruttarne la velocità. Il terzo gol, alla mezz’ora, porta la firma di Kurtic che si allunga a centro area per colpire il pallone a mezza altezza crossato da Gosens. Acquisito il netto vantaggio, Gasperini risparmia Gomez, sostituito da Vido. Subito dopo esce Ilicic per fare posto a Orsolini, che al 40’ cerca e non trova il primo gol in A. Al 42’ Gollini ha ancora occasione per mettersi in evidenza negando il gol a Zaccagni, subentrato a Kean.

ATALANTA-VERONA 3-0

Atalanta (3-4-1-2): Gollini 7 Toloi 6.5 Caldara 6.5 Palomino 7.5 Hateboer 7 De Roon 7 Freuler 7 Gosens 6.5 Ilicic 7.5 (32’ st Orsolini 6) Cornelius 6 (19’ st Kurtic 6.5) Gomez 7.5 (31’ st Vido 6) A disposizione: Berisha, Rossi, Mancini, Masiello, Castagne, Spinazzola, Haas, Petagna. Allenatore: Gasperini

Verona (4-3-3): Nicolas 6 Heurtaux 5.5 (26’ st Lee 6) Caracciolo 6 Souprayen 6 Fares 6 Romulo 6 Fossati 5.5 Bessa 5.5 Cerci 5 (19’ st Pazzini 5) Kean 5 (35’ st Zaccagni 5) Verde 5 A disposizione: Silvestri, Coppola, Bearzotti, Felicioli, Laner, Zaccagni, Stefanec, Tupta, Danzi, Buchel. Allenatore: Pecchia

Arbitro: Marinelli 6. Assistenti: Tonolini e Di Liberatore. IV Uomo: Ros. Arbitro Var: Pairetto. Assistente Var: Crispo

Marcatori: st 5’ Freuler, 14’ Ilicic, 30’ Kurtic

Recupero: 2, 3

Ammoniti: nessuno