BuffonSempre più Juventus che vince in rimonta a San Siro con il Milan, con il Napoli che ci mette la testa e l’orgoglio per superare l’assenza di Higuain e il Verona, mentre la Roma colleziona tre pali e un gol con Salah ma viene fermata sul pareggio dal Bologna. L’Inter, al contrario, benedice i pali colpiti dal Frosinone e passa con un gol di Icardi. Quanto basta per superare la Fiorentina, ormai fantasma di se stessa e caduta a Empoli. La squadra di Allegri, sempre più vicina al quinto scudetto consecutivo, mantiene sei lunghezze di vantaggio sui partenopei e ringrazia super Buffon, autore di parate strepitose e capace di negare un gol fatto a Balotelli, e la magia di Pogba che, dopo la risposta di Mandzukic al gol di Alex, sigla il sorpasso sui rossoneri, che si aggrappano alla Coppa Italia per sperare di rientrare in Europa. Le prime quattro in classifica sono separate reciprocamente da sei punti. I partenopei hanno un calendario più difficile, dovendo affrontare Roma e Inter. I giallorossi ritrovano a metà partita Totti, che confeziona l’assist per il gol del pareggio di Salah ma sbattono contro il muro eretto da Donadoni. Il capitano dimostra di avere piedi eccezionali e si fa trovare pronto alla chiamata accendendo lo stadio Olimpico. Ma il mancato successo casalingo allontana l’assalto al secondo posto. Il Sassuolo si fa superare in casa dal Genoa e perde l’occasione di scavalcare il Milan al sesto posto. Il Torino piega l’Atalanta. La Lazio si ritrova e affonda il Palermo, che con Carpi e Frosinone si gioca la permanenza in A. La Sampdoria supera l’Udinese e si allontana dalla zona calda.