L’Atalanta rallenta la marcia europea, non riuscendo a espugnare Fort Empoli, difeso con ogni mezzo da Dragowsk paratutto. Il muro di Andreazzoli regala un punto prezioso ai toscani nella corsa alla salvezza, lasciando tanto rammarico nei bergamaschi. Ancora una volta l’Atalanta manifesta difficoltà quando incontra squadre che si chiudono. Accade anche con l’Empoli, a dimostrazione che non esistono gare facili né tantomeno scontate. Il pareggio forzato mantiene comunque l’Atalanta al sesto posto, che vale l’Europa League. Ma non soddisfa Gasperini, che avrebbe voluto un diverso atteggiamento e più lucidità in fase offensiva, dove Zapata non offre una prova convincente. Il tecnico atalantino ritrova proprio Zapata dopo il turno di squalifica e può contare su Ilicic, con Gomez libero di spaziare tra centrocampo e attacco. Gosens vince il ballottaggio con Castagne sulla fascia sinistra di centrocampo, Palomino preferito a Djimsiti al centro della difesa. Nelle file dell’Empoli esordio per Nikolaou, schierato come centrale difensivo.

Il primo affondo a rete è dell’Empoli con Farias che dopo 3’ si accentra da sinistra e costringe Gollini ad allungarsi per deviare il pallone rasoterra in angolo. La risposta dell’Atalanta in un destro di Gomez che arriva senza problemi tra le mani del portiere. I toscani si schierano in modo da creare densità nella propria metà campo ed essere pronti a produrre pressing alto in fase di costruzione della squadra di Gasperini. Al 9’ manovra aggirante dei bergamaschi che parte dai piedi di Gomez per Ilicic, il cui cross è per la testa dello smarcato Hateboer che da due passi non centra la porta. Due minuti dopo Gomez ci riprova ma il tiro è sbilenco. Subito dopo infortunio per Antonelli, sostituito da Pasqual. Al 23’ conclusione da fuori area di De Roon che Dragowski respinge, Zapata non riesce a ribattere e la difesa si rifugia in angolo. Sull’azione da corner, cross di Ilicic e colpo di testa di Masiello oltre la traversa. Al 25’ doppia conclusione di Freuler, la prima respinta dal portiere, la seconda da Veseli prima della linea di porta. Al 28’ Dragowski si salva ancora su tiro ravvicinato di Ilicic, poi blocca un rasoterra troppo debole di Gomez. Al 32’ altra occasione sprecata su cross di Gomez e colpo di testa di Mancini che sfiora il palo ma con una deviazione empolese che l’arbitro non rileva. L’Atalanta produce una spinta continua e a tutto campo, ma non trova spiragli. Al 41’ Andreazzoli perde Farias, avvicendato da Oberlin. Un minuto dopo cross di De Roon e stacco di Zapata che manda abbondantemente alto. Allo scadere dei 2’ di recupero fallo di Bennacer (ammonito) su Freuler al limite dell’area, Ilicic prova a trasformare il calcio di punizione ma sbatte sulla barriera. Il primo tempo si chiude a reti bianche, con un eloquente 65% di possesso palla a favore dell’Atalanta. Al rientro in campo Gomez e compagni riprendono a macinare gioco e l’Empoli alza il muro. Al 5’ palla in area per Zapata che si decentra per calciare in diagonale: tiro potente che il portiere riesce a deviare. Al 6’ Nikolaou finisce a terra in area con Zapata, l’arbitro lascia proseguire. Al 9’ palla di Ilicic sulla destra in area per Hateboer la cui conclusione viene respinta di piede da Dragowski, il quale poi si supera ancora opponendosi a un colpo di testa di Hateboer e al tentativo di tap in di Masiello. Al 13’ il portiere dell’Empoli blocca in due tempi un rasoterra di Gomez, il quale al quarto d’ora scucchiaia il pallone per la testa di Zapata che non inquadra la porta. Castagne rileva Gosens e al 16’ Veseli stende Gomez al limite della lunetta, meritando il giallo. Il calcio di punizione di Gomez impatta sulla barriera. Al 19’, su assist di Ilicic, incursione di Zapata che da posizione decentrata colpisce l’esterno della rete. Al 23’ combinazione tra Zapata e Ilicic che svirgola la conclusione. L’assedio atalantino non produce il risultato sperato. Al 28’ Mancini tenta la rovesciata in area, angolando troppo. Al 31’ cross basso di Hateboer su cui non arriva in tempo Zapata, il quale nel prosieguo dell’azione spalle alla porta calcio fuori bersaglio. Entra Barrow per Zapata, ma al 37’ sortita offensiva dell’Empoli che va alla conclusione con Di Lorenzo, fuori di poco. Due minuti dopo cross di Castagne e inzuccata di Hateboer tra le mani del portiere. Al 43’ ultima mossa, disperata, di Gasperini che inserisce il primavera Piccoli per Gomez. Al 44’ bordata improvvisa e angolata di Ilicic, Dragowski respinge. Poi un colpo di tacco di Mancini finisce tra le braccia del portiere. Al 47’ ennesima staffilata di Ilicic che Dragowski respinge come può. Ci prova anche Barrow, ma senza convinzione. Si spegne così la forza d’urto dell’Atalanta, i cui 18 tiri in porta non hanno regalato la vittoria.

ATALANTA-EMPOLI 0-0

Atalanta (3-4-1-2): Gollini 6.5 Mancini 6.5 Palomino 6 Masiello 7 Hateboer 6 De Roon 6.5 Freuler 6.5 Gosens 6 (16’ st Castagne 6) Gomez 6 (43’ st Piccoli sv) Ilicic 6.5 Zapata 5 (35’ st Barrow sv) . A disposizione: Berisha, Rossi, Ibanez, Djimsiti, Reca, Pessina, Kulusevski, Pasalic. Allenatore: Gasperini

Empoli (3-5-2): Dragowski 7.5 Veseli 6 Nikolaou 6 (34’ st Rasmussen 6) Dell’Orco 6 Di Lorenzo 6 Traore 6 Bennacer 6 Krunic 6.5 Antonelli sv (14’ pt Pasqual 6) Farias 6 (41’ pt Oberlin 5) Caputo 5. A disposizione: Provedel, Perucchini, Capezzi, Brighi, Acquah, Mchedlidze. Allenatore: Andreazzoli

Arbitro: Manganiello 6. Assistenti: Alassio e Vuoto. IV uomo: Nasca. Var: Guida. Assistente Var: Vivenzi

Recupero: 2, 4. Ammoniti: Palomino, Dell’Orco, Bennacer, Veseli