La voglia di vincere non basta all’Atalanta per avere ragione della Fiorentina, ostica ma anche deludente per la qualità del gioco espresso. Finisce in pareggio, come all’andata allo stadio Franchi, con la squadra bergamasca che concede spazio per il vantaggio iniziale dei viola ma capace di raddrizzare il risultato allo scadere del primo tempo. Molto ha influito il massiccio turnover adottato da Gasperini in vista della gara di ritorno di Europa League con il Borussia Dortmund, con il palio la qualificazione agli ottavi. L’Atalanta avrebbe potuto raccogliere di più, ma la squadra esce tra gli applausi dello stadio gremito, accompagnata dall’entusiasmo garantito nell’impegno continentale. Tra i pali c’è Gollini, nel trio difensivo Caldara (che dopo pochi minuti getta la maschera indossata per proteggere il setto nasale fratturato proprio nel match di andata a Dortmund) è affiancato da Mancini e Palomino, con Toloi e Masiello in panchina. A centrocampo De Roon e Freuler e sugli esterni Castagne e Gosens, il cui impiego concede a Hateboer e Spinazzola di riposare. Cristante fra il trequartista, con Gomez e Petagna che si riprende il posto da titolare. L’ex viola Ilicic, grande protagonista a Dortmund, parte dalla panchina, dove neppure siede Cornelius, che Gasperini conta di avere a disposizione nel giovedi di coppa. Fiorentina nella formazione ampiamente annunciata con Badelj nel mezzo a centrocampo e Simeone al centro del reparto avanzato, sostenuto da Gil Dias e Chiesa.

Primo pericolo per la porta viola al 5’, quando su cross di Gomez i difensori centrali anticipano il tocco sotto misura di Petagna. Sul fronte opposto Simeone entra in area, lascia sul posto Caldara, ma spara oltre la traversa. L’attaccante argentino della Fiorentina appare in palla, ma il furore atletico lo tradisce al punto da essere ammonito per un duro intervento su Mancini. La squadra di Pioli passa in vantaggio al 16’ con Badelj, il quale prima calcia dai 16 metri vedendo il suo tiro respinto lateralmente da Gollini e poi insacca il pallone ripreso e ricevuto da Chiesa. Al 20’ colpo di tacco in area di Gomez per Cristante sulla cui conclusione fa muro Pezzella. L’Atalanta prova, non senza difficoltà, a costruire azioni offensive, ma al 28’ subisce il contropiede concluso da Gil Dias con un tiro a fil di palo. Al 38’ Cristante entra in area sulla destra e mette il pallone sul palo opposto dove Gomez non arriva. Le giocate di Gomez non hanno fortuna, fino a quando allo scadere del primo tempo, su palla inattiva calciata dal settore destro, l’argentino pennella a centro area dove Petagna svetta di testa insaccando il pallone nell’angolo basso alla destra di Sportiello. Petagna pareggia per l’Atalanta e torna a segnare in campionato dopo 150 giorni, per il terzo centro stagionale. Il secondo tempo si apre con il giallo per simulazione comminato a Benassi, che si lascia cadere in area platealmente. Al 5’ pericolo per la porta di Sportiello su cross dal fondo di Gomez, che la difesa viola respinge. All’8’ intervendo decisivo di Palomino che anticipa il possibile intervento di Benassi davanti a Gollini. Al 14’ Pioli sostituisce Simeone con Falcinelli. Al 17’ ci prova Castagne dal limite dell’area ma il pallone finisce a lato. Al 24’ seconda sostituzione in casa viola con Dabo al posto di Benassi. Subito dopo Ilicic subentra a Cristante e va ad agire sulla fascia destra del fronte offensivo. Sale il pressing dell’Atalanta, che però non trova sbocchi. Alla mezz’ora Hateboer subentra a Mancini e Castagne retrocede sulla linea difensiva. Al 37’ finisce la partita di Petagna, che fa posto a Haas. Gasperini spariglia le carte nel finale. Al 39’, nel giro di un minuto, Milenkovic becca due gialli per due falli pesanti. E al 40’ un rasoterra di Freuler dai 16 metri sfiora il palo. L’Atalanta cerca i tre punti, ma corre un pericolo allo scadere con Falcinelli che calcia di poco alto. Nei minuti di recupero una conclusione di Ilicic che non impensierisce Sportiello.

ATALANTA-FIORENTINA 1-1

Atalanta (3-4-1-2): Gollini 6 Mancini 6 (34’ st Hateboer sv) Caldara 6 Palomino 6 Castagne 6.5 De Roon 7 Freuler 7 Gosens 6.5 Cristante 6 (25’ st Ilicic 6) Petagna 6 (37’ st Haas sv) Gomez 6 A disposizione: Berisha, Rossi, Toloi, Masiello, Bastoni, Hateboer, Spinazzola, Melegoni, Haas, Barrow. Allenatore: Gasperini

Fiorentina (4-3-3): Sportiello 6 Milenkovic 6 Pezzella 6 Astori 6 Biraghi 6 Benassi 6 (24’ st Dabo 6) Badelj 6 Veretout, Gil Dias 6 (38’ st Thereau sv) Simeone 6 (14’ st Falcinelli 5) Chiesa 6 A disposizione: Dragowski, Cerofolini, Vitor Hugo, Bruno Gaspar, Maxi Olivera, Cristoforo, Saponara, Lo Faso, Eysseri.. Allenatore: Pioli

Arbitro: Maresca 6. Assistenti: Carbone e Mondin. IV Uomo: Ghersini. Arbitro Var: Massa. Assistente Var: Valeriani

Marcatori: pt 16’ Badelj, 45’ Petagna

Recupero: 1, 3

Ammoniti: Simeone, Badelj, Mancini, Milenkovic, Veretout. Al 39’ st espulso Milenkovic per doppia ammonizione