L’Atalanta frena la sua corsa al cospetto di una Fiorentina naufragata in classifica rispetto alle ambizioni ma pur sempre spigolosa. La sfida con la Viola si chiude a reti bianche, anche se si è giocato quasi sempre verso una sola porta. Un solo punto nel carniere per la squadra di Gasperini, che propone una squadra dai due volti, senza trovare lo spiraglio vincente, ma restando in corsa per un posto in Europa League. Resta, in più, la soddisfazione di quasi 20mila spettatori presenti per sostenere l’Atalanta e per arricchire la cassa da devolvere ai progetti di ricostruzione di Amatrice, con il sindaco invitato speciale.

Gasperini deve rinunciare a Kessie, squalificato, e opta per Kurtic a centrocampo a fianco di Freuler con inserimento di D’Alessandro a destra sulla trequarti. Per il resto schieramento confermato. Paulo Sousa tiene in panchina Bernardeschi, reduce da infortunio, e piazza Tello esterno destro di centrocampo.

Avvio arrembante dell’Atalanta che va alla conclusione dopo 3’ su calcio di punizione di Gomez e colpo di testa di Toloi parato da Tatarusanu. Un minuto dopo Freuler di tacco libera Petagna che in diagonale sfiora il palo. Al 6’ Petagna si libera in area e porge a Gomez che, davanti al portiere viola, non aggancia. Lo stesso Gomez un minuto dopo prova il tiro a giro ma il pallone finisce alto. Al 10’ Fiorentina pericolosa con Kalinic che colpisce di testa su cross di Astori mandando fuori. La squadra di Gasperini mantiene l’iniziativa impedendo agli avversari di dare fondo alla manovra, grazie all’efficace interdizione sui portatori di palla. D’Alessandro e Conti, invece, si sovrappongono sulla fascia destra con il numero 7 spesso in gioco di copertura. L’iniziativa dei bergamaschi non produce conclusioni fino a quella di Gomez al 26’, sporcata da un difensore in angolo. Alla mezz’ora la Fiorentina si affaccia in area atalantina con un colpo di testa di Vecino che Berisha devia oltre la traversa. Al 32’ Petagna sfonda a sinistro e mette forte al centro, D’Alessandro in spaccata manda alto da posizione favorevole. Sul fronte opposto Tello si produce in una discesa, accentrandosi e impegnando Berisha nella respinta a terra. Al 37’ palla in profondità per Gomez che in solitudine preferisce l’assist centrale per Petagna, anticipato dai difensori. Al 43’ su calcio di punizione dal limite di Gomez si accende una mischia in area viola con palla poi allontanata. Al 45’ Berisha blocca senza difficoltà un rasoterra di Vecino. All’inizio del secondo tempo Gasperini inserisce Grassi al posto di D’Alessandro, apparso decisamente in difficoltà, ristabilendo il tradizionale assetto. Dopo un tiro di Borja Valero sull’esterno della rete, al 10’ Gomez, fermato fallosamente al limite del vertice sinistro dell’area viola, prova a trasformare il relativo calcio di punizione ma la palla oltrepassa la traversa. Dopo un gol in rovesciata annullato a Kalinic per evidente posizione di fuorigioco, Tatarusanu vede scivolare a lato il pallone calciato da Freuler e deviato dalla gamba di Gomez. Al 20’ Kalinici sfida a duello Caldara e trova lo spiraglio per il tiro, bloccato da Berisha. Al 23’ esce Kurtic per fare posto a Mounier. Una mossa per tentare di fare dinamismo alla trequarti. La contromossa di Sousa vede Bernardeschi in campo al posto di Chiesa. Al 29’ Freuler ci prova dal limite, Tatarusanu si rifugia in angolo. Al 32’ il portiere viola salva sulla linea su tocco di Petagna, sul prosieguo dell’azione Grassi lambisce la traversa. Poi Sousa richiama Ilicic per inserire Maxi Olivera. Gasperini invece gioca il jolly mandando in campo Paloschi al posto di Petagna. Una chance limitata, ma ancora una volta, per sua sfortuna, l’attaccante non tocca palla.

ATALANTA-FIORENTINA 0-0

Atalanta (3-4-1-2): Berisha 6 Toloi 7.5 Caldara 7 Masiello 7 Conti 6.5 Kurtic 6 (23’ st Mounier ) Freuler 7 Spinazzola 6 D’Alessandro 5.5 (1’ st Grassi 6) Petagna 6 (41’ st Paloschi ) Gomez 6.5 A disposizione: Gollini, Rossi, Bastoni, Zunakovic, Konko, Cristante, Hateboer, Raimondi, Melegoni. Allenatore: Gasperini

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu 7 Sanchez 6 G.Rodriguez 6 Astori 6.5 Chiesa 5.5 (27’ st Bernardeschi 6) Vecino 6.5 Badelj 6 Tello 6 Ilicic 6.5 (36’ st Maxi Olivera sv) Borja Valero 6 Kalinic 5 (44’ st Babacar sv). A disposizione: Satalino, Sportiello, De Maio, Salcedo, Tomovic, Milic, Cristoforo, Hagi, Maistro. Allenatore: Paulo Sousa

Arbitro: Guida 6. Assistenti: Passeri e Pegorin. Quarto uomo: Di Vuolo. Addizionali: Valeri e Ghersini

Ammoniti: Chiesa, D’Alessandro, Ilicic, Masiello, Rodriguez, Astori

Recupero: 1, 3