L’Atalanta incamera i tre punti necessari a mantenere intatte le chanche di qualificazione alla Europa League, piegando il Bologna al termine di una partita ostica e combattuta, decisa da un cambio dell’assetto tattico operato da Gasperini dopo aver visto la sua squadra rimontata di due reti. Stavolta la roccaforte atalantina non è invulnerabile, ma tra i marcatori figurano ancora i difensori, Conti in apertura e Caldara che fissa il risultato, con l’intermezzo del gol di Freuler.

L’Atalanta torna in formazione tipo con i rientri di Gomez e Spinazzola. Nel Bologna manca all’appello Torosidis in difesa, mentre Viviani è preferito a Donsah per la coppia mediana con Viviani nel 4-2-3-1.

Atalanta in vantaggio dopo 3’ grazie a Conti che scatta in area felsinea per ricevere il preciso assist rasoterra di Gomez e calcia di destro facendo passare il pallone sotto le gambe del portiere Da Costa. La squadra di Gasperini a un passo dal raddoppio al 10’ su cross basso tagliato di Toloi da destra, su cui Spinazzola arriva in ritardo per la deviazione sotto porta. Il 2-0 arriva al 15’ su assist di Petagna, il quale, decentrato sulla linea destra dell’area piccola mette al centro dove irrompe Freuler che insacca di piatto destro.

Sembra fatta ma nel giro di un minuto il Bologna accorcia le distanze con Destro che interviene su tiro di Di Francesco deviando il pallone, che si insacca alle spalle di Berisha dopo un rimbalzo tra montante e palo. Donadoni ordina pressing sui portatori di palla e veloce circolazione in fase di possesso. Dopo 20’ Kessie si fa male alla caviglia destra ed è costretto ad abbandonare il campo, sostituito da Cristante. Al 24’ azione pericolosa del Bologna con palla che attraversa l’area della porta difesa da Berisha, ma su capolvolgimento di fronte Spinazzola confeziona un assist perfetto con retropassaggio dalla linea di fondo per Kurtic che sbaglia la conclusione con tutto lo specchio della porta libero. Alla mezz’ora su azione da corner il Bologna conclude con un colpo di testa di Gastaldello facile preda di Berisha. La squadra di Donadoni si mantiene corta

Al 42’, su calcio di punizione dalla trequarti, Gomez pennella un delizioso pallone per la testa di Caldara il quale angola troppo e lambisce il palo mancando una clamorosa occasione per il terzo gol. Subito dopo il difensore atalantino viene ammonito per un fallo a centrocampo. Più pesante il giallo a Dzemaili, diffidato.

In apertura di secondo tempo, dopo 4’, bella verticalizzazione di Spinazzola per Gomez che dalla linea di fondo mette a centro area per Petagna, anticipato da Maietta. Al 9’ Destro arriva con un attivo di ritardo su un pallone spiovente da calcio di punizione. Il ritmo si mantiene alto, cresce l’agonismo ma anche l’imprecisione. Il Bologna si fa più incisivo e al 16’ arriva il pareggio per merito di Di Francesco che con

Gasperini provvede subito a un riassetto tattico inserendo D’Alessandro al posto di Toloi. Conti retrocede sulla linea di difesa, Kurtic occupa la fascia destra di centrocampo e D’Alessandro si posiziona a sinistra. Al 27’ finisce la partita di Petagna, avvicendato da Grassi. Gasperini affida a Gomez il ruolo di punta centrale, optando per il modulo speculare a quello del Bologna, con D’Alessandro, Cristante e Kurtic tridente di trequartisti. E alla mezz’ora, su calcio d’angolo battuta da Gomez, l’Atalanta torna in vantaggio con il difensore centrale Caldara che colpisce da due passi sfruttando la torre di Cristante. Al 35’, in contropiede condotto da Kurtic, D’Alessandro manca l’impatto con il pallone davanti alla porta di Da Costa. Il finale per l’Atalanta è fa thrilling. Al 43’ intervento decisivo di Berisha su bordata di Di Francesco. Al 45’ Destro, favorito da un rimpallo, arriva a tu per tu con Berisha che gli smorza la conclusione consentendo a Spinazzola di arrivare sul pallone prima che varchi la linea di porta. Nei cinque minuti di recupero Kurtic lanciato a rete di fa recuperare.

ATALANTA-BOLOGNA 3-2

Atalanta (3-4-1-2): Berisha 6.5 Toloi 6 (18’ st D’Alessandro 6.5) Caldara 7 Masiello 7 Conti 7 Kessie 6 (22’ pt Cristante 6.5) Freuler 7 Spinazzola 6.5 Kurtic 6.5 Petagna 6 (27’ st Grassi 6.5) Gomez 7 A disposizione: Gollini, Raimondi, Konko, Hateboer, Migliaccio, Mounier, Cabezas, Pesic, Paloschi. Allenatore: Gasperini

Bologna (4-2-3-1): Da Costa 6 Mbaye 6 (28’ st Krafth 6) Maietta 6 Gastaldello 6 Masina 6 Taider 5.5 Viviani 6 (38’ st Petkovic sv) Di Francesco 6 Dzemaili 6 Krejci 5 (33’ st Okwonkwo 5) Destro 6. A disposizione: Ravaglia, Monari, Oikonomou, Donsah, Umar. Allenatore: Donadoni

Arbitro: Russo 6.5. Assistenti: Pegorin e Gava. Quarto uomo: Di Iorio. Addizionali: Doveri e Di Paolo

Marcatori: pt 3’ Conti, 15’ Freuler, 16’ Destro; st 16’ Di Francesco, 30’ Caldara

Ammoniti: Caldara, Dzemaili, Gastaldello, M’Baye, Masiello

Recupero: 2, 5